Assunta in nero

“Mamma, mi dai il tuo iban?”

La mezzana, beata e ingenua come un capretto che va al macello, ha posto questa domanda una sera, mentre finivo di sistemare la cucina borbottando verso il destino cinico e baro che non mi ha concesso la colf.

Subito interrogata a riguardo, la soave fanciulla ha raccontato di essersi iscritta a una nuova piattaforma di vendita di vestiti. Per arrotondare la sua inesistente paghetta, ha fotografato con cura ogni capo presente nell’armadio suo, di sua sorella e mio.

Senza domandarsi cosa avremmo fatto una volta smerciato tutto il nostro abbigliamento, a due euro alla volta.

Ne compreremo di nuovi, ha sentenziato serafica sbattendo le lunghe ciglia ricoperte di mascara.

Te lo scordi, ho ribattuto io col trucco sbavato, dall’alto delle mie occhiaie.

Ma voglio diventare autonoma, spendere soldi miei, ha asserito con veemenza.

Ci penserò io, ho chiuso con altrettanto ardore.

Da oggi, ho anche io la colf.

Informazioni su BarbaraB.

Educatrice e mamma, preparatissima sulla teoria e un po' meno efficace nella pratica. Per tentativi ed errori vado avanti, con un carico di ironia come antidoto alle quotidiane fatiche educative.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Assunta in nero

  1. elenuccia ha detto:

    Malefica! Mi piace 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...