Dalla Russia con furore

“Blo, non puoi capire! Guarda qui”

“Questo entusiasmo non fa presagire nulla di buono, che c’è?”

“Blo ascolta, domani vado a Milano con Dario il Russo per fare un video su YouTube sugli outfit e la trap”

“Milano”

“Sì!”

“Dario il russo”

“Sì!”

“Outfit”

“Sì!”

“Trap”

“Sì!”

Il primogenito alternativo ieri, in una giornata dai picchi di caldo che neanche al sultanato del Brunei, s’è presentato sotto la Madonnina vestito di tutto punto per illustrare il suo outfit e dibattere sul genere musicale della trap alla presenza dell’inarrivabile Dario il Russo.

Giuro di non avere assunto droghe in gravidanza.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , | Lascia un commento

Viale Zara

“Allora, è tutto chiaro? Non è difficile e se avete un dubbio chiedete”

“Chiarissimo”

“Bene, buon divertimento allora, ci vediamo per pranzo”

“Evviva bro! Finalmente in giro da sole! Allora dobbiamo prendere la metro e scendere a Duomo ma…aspetta, scendiamo in questa!”

“Ma quale, Zara?”

“Sì, così vediamo il negozio”

La mezzana e la sua amica nonché compagna di merende, a un passo dai quindici anni, hanno avuto l’autorizzazione per fare un giro a Milano da sole.

Approfittando del passaggio della mamma che andava a lavorare proprio lì, hanno ascoltato attente ma non troppo le indicazioni per muoversi in autonomia nella città tentacolare.

Alla ricerca di vip, influencer e imperdibili negozi, le due si sono avventurate baldanzose scendendo per un attimo dall’iperuranio, loro zona di comfort.

Speriamo solo non scendano alla fermata McDonald all’ora di pranzo.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Lascia un commento

Telefono nemico

“Pronto buonasera, parlo con la signora G?”

“No”

“Bene. Signora, vengo ora a illustrarle questa meravigliosa iper offerta della vita che…”

“Mi scusi se la interrompo, ma le ho detto che non sono la signora G e comunque non mi interessa nessuna offerta, arrivederci”

“Non le interessa”

“No”

“Bella maleducata è lei, signora G. Io sto lavorando, sa? Lei potrebbe anche essere così gentile da ascoltarmi, no? Cos’è, tratta così male tutti quelli che conosce? Beh, meglio perderla che trovarla! E comunque il male che si fa torna tutto indietro, si ricordi!”

“…”

Ho sempre avuto il sospetto che lavorare in un call center non fosse tutto ‘sto carnevale di Rio.
Ma assumere Crudelia De Mon mi pare eccessivo.
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Una splendida giornata

Il collegamento è pronto, le facce dei colleghi nei quadratini pure, incorniciate dallo schermo del computer.

La porta di casa socchiusa, un refolo di vento nella calura estiva anche se è solo mattino.

Una piccola macchia grigia sul pavimento, ma come corre veloce, ossignore ma è un topo.

Il gatto minore che caracolla sulle sue zampette tozze per prenderlo, la decisione fulminea di chiudere tutte le porte e lasciarli soli in corridoio. In fondo devo lavorare, non posso salvare tutti i roditori del pianeta.

Mentre torno in sala trafelata, la mezzana fa accomodare due signori sconosciuti che si rivelano essere rappresentanti della folletto.

Allontanati in fretta e furia, ché mai nella vita potrei spendere l’equivalente di una settimana a Sharm el Sheik per una aspirapolvere, torno alla mia riunione, giusto in tempo per rispondere al telefono.

Il meccanico, una brava persona che tuttavia vorrei vedere meno spesso, mi informa che il costo della riparazione della mia auto si avvicina molto a quello del folletto e quindi della vacanza a Sharm El Sheik.

Mi guardò intorno smarrita e affranta, occhi negli occhi col piccolo gatto che, per contagio emotivo, vomita i resti del topo prima divorato, sulle scarpe nuove della mezzana.

E quando vorrei solo mettermi a letto con la coperta sulla testa, suonano alla porta.

Che gioia, i testimoni di Geova.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Lascia un commento

Fantozzi, è lei?

“Dai, sali che è tardi”

“Si mamma, arrivo. Ci siamo divertite tantissimo in piscina ma adesso voglio andare a casa, sai che fatica venire giù dagli scivoli tutto il pomeriggio?”

“Eh, me lo immagino. Fai una cosa, guarda sull’app trova il mio IPhone dov’è la piccola, così la recuperiamo che è quasi ora di cena”

“Aspetta che guardo, ancora un momento…eccola! Guarda, è qui al McDonald e ci stiamo passando davanti!”

“Io non la vedo, entriamo”

“Mamma, l’app parla chiaro. Lei è qui”

“Sarà in bagno”

“Vado a vedere. No! Nemmeno qui, ma dove può essersi nascosta? Non mi risponde neanche al telefono”

“Vabbè, usciamo”

“Aspetta mamma! La vedo qui, davanti al supermercato!”

“Ma anche noi siamo davanti al supermercato”

“Dici che si nasconde?”

“Fammi vedere…ma non ci credo! Stai seguendo i movimenti del mio telefono! Ci stiamo pedinando da sole!”

La mezzana dovrebbe, in quanto nativa digitale, destreggiarsi con abilità e scioltezza con le più moderne tecnologie.

Ma lassù, nell’iperuranio, le cose non vanno esattamente così.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Lascia un commento

Qui e ora

La spaghettata di mezzanotte, ma coi ravioli, ché cuociono prima e ci sono bisogni non procrastinabili da lunghi tempi di cottura.

La black mask, l’aloe mask, l’idra mask, l’argilla mask, che la mezzana in una notte con la sua amica S si spalma sulla faccia in una erronea e quantomeno discutibile interpretazione della normativa sull’uso delle mascherine.

Il lago, il campetto, la play station, la brioche e la focaccia con la anduja -in quest’ordine- a mezzanotte quando apre il panettiere, poi tutti sulla bici, chi in piazza, chi a casa perché ha una madre rompiballe che non transige sugli orari.

Il pratone coi pettegolezzi, sedute sull’altalena col cellulare in mano, un dondolio tra infanzia e adolescenza.

Gli inviti, le chiamate, mamma posso, Blo io vado ci si becca, mami torno tra poco o forse no ma son qui dietro.

Il gatto grande sul divano, il piccolo sul pavimento, quello della vicina sul letto, l’altro sempre della vicina dietro la porta, che da casa a gattile il passo è breve, da donna a gattara ancora di più.

Luglio, siamo pronti.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Lascia un commento

Il genio della lampada

C’è A., alle prese con un figlio nell’ultima fase della adolescenza, che le ha dato un bel da fare negli anni passati. Risentimento, rabbia, è colpa tua, gli altri fanno/non fanno questo o quell’altro, tutto il prontuario del giovane adolescente.

Quando lui le telefona, sul cellulare di lei appare il figliolo da bambino, con un grande sorriso, di quelli con qualche dente in meno che smuovono a tenerezza il più duro dei cuori.

Lei guarda quell’immagine, si ricorda di quanto lo ama, ed è pronta per affrontare litigi, malumori, richieste.

Anche lei è A., ma con un nome diverso.

Due figli maschi, piccoli, con la passione della natura, degli animali e dei bastoni. Il che significa, tra le altre cose, camminare in un bosco, seguire stupiti un coniglietto, un passerotto, qualunque bestiola che passi di lì e evitare che tra fratelli si prendano a bastonate durante il tragitto. Quando la situazione degenera, A. si toglie dalle spalle uno zainetto, che Mary Poppins avrebbe solo da imparare, ne estrae un pacchetto e consegna ad ognuno un tarallo dell’amicizia. Con le briciole sulla bocca e i taralli della pancia, i due dimenticano -per un po’-lotte e bastoni.

Infine c’è B, tre figli,un maschio e due femmine, una vita complicata. Quando erano piccoli, l’ora della nanna si protraeva estenuante tra favole, massaggi e grattini. Ciononostante, c’era sempre qualcuno che si frapponeva tra lei e il suo sancito e sacrosanto diritto di andare a letto.

Un bel giorno B si è inventata la polverina magica, custodita nelle tasche del pigiama e che, sparsa in piccole dosi sugli occhi chiusi, garantiva un addormentamento pressoché istantaneo.

Ha funzionato alla grande, fino alla adolescenza dei tre.

La fantasia è femmina, il genio è mamma

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Lascia un commento

Giorni

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Holiday

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , | Lascia un commento

liberi tutti

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , | Lascia un commento