L’allegro chirurgo

Ore 4.20.

Di notte.

“Mamma!”

“Mammaaaaaa!!!”

“Meow!”

“Ehi, che succede? Chi mi chiama, che c’è?”

(Parole pronunciate rotolando giù dal letto)

“Mamma sono io, ho un dolore fortissimo, aiuto”

“Un dolore? Dove?”

“Qui, aiuto, un dolore fortissimo, pulsa tutto!”

“Meow”

“Adesso la pappa no che è notte, felino. Dai, fammi vedere dove ti fa male”

“Aaaarghh è insopportabile”

(Mentre si tiene il polpaccio con le mani)

“Hai un crampo? Tranquillo, adesso passa”

“No, non è un crampo, molto peggio, è il piede”

“Meow, meow, meow”

(A questo punto il gatto viene buttato fuori di casa)

“Togli la calza, vediamo. Ma non urlare che svegli le tue sorelle. Ah, ma non è niente, un giradito! Rimetti la calza e dormi che tra un’ora e mezza mi alzo”

“Meow!!!”

(Fuori dalla porta)

“Ma io soffro, mamma!”

“Che faccio, amputo?”

“Va bene, dormo”

Il primogenito ha una notevole tolleranza al dolore. Appena lo tocchi, salta.

Praticamente vivo con Dario, il malato immaginario dell’allegro chirurgo.

Informazioni su BarbaraB.

Educatrice e mamma, preparatissima sulla teoria e un po' meno efficace nella pratica. Per tentativi ed errori vado avanti, con un carico di ironia come antidoto alle quotidiane fatiche educative.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...