Un taglio netto

“Meow, meowww, meowwww!!!”

“Piccolo gatto, cosa diavolo vuoi?”

“Meow”

“Vuoi la pappa? No, ce l’hai”

“Meow”

“Acqua?”

“Meow”

“Uscire?”

“Meow”

“No, il mio polpaccio non lo puoi avere, è inutile che insisti”

“Meowwww!!!”

“Mi sembri un po’ strano, sai? Certo, mai come me che parlo con un gatto, in effetti. Ma….cos’hai lì davanti?”

Il nostro giovane e scapestrato Matisse, convinto com’è di essere un cervo e non un felino, deve essersi scornato contro un altro gatto per contendersi le grazie della micetta di turno, procurandosi un gran buco nel petto da chiudere con una una bella ricucita. E visto che per farlo è stato necessario addormentarlo, la nostra buona e brava veterinaria dai capelli rossi ha pensato di cogliere due piccioni con una fava, anche se forse non è il modo di dire più calzante trattandosi di gatto.

È quindi giunto il momento di dare un taglio al passato, di chiudere per sempre la carriera di casanova, appendere al chiodo le nottate brave e i miagolii suadenti, abbandonare l’assalto ai nostri polpacci, mettere un punto -o anche due- e andare a capo.

Coraggio Matisse, troveremo altri modi per passare il tempo.

Informazioni su BarbaraB.

Educatrice e mamma, preparatissima sulla teoria e un po' meno efficace nella pratica. Per tentativi ed errori vado avanti, con un carico di ironia come antidoto alle quotidiane fatiche educative.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...