Befana in offerta

Sembra impossibile, ma anche la Befana è arrivata e se ne è andata.
Portando con sé, si spera, gli originali auguri che tutti gli uomini del pianeta si sentono in dovere di fare ogni benedetto sei gennaio. Mio papà, che avrebbe compiuto gli anni proprio in questo giorno, si diceva fortunato di esser nato uomo, altrimenti sai che ridere.
A casa mia il copione assomiglia molto a quello della notte di natale. Si appoggiano le calze davanti al camino, si lascia un bicchier d’acqua (chissà perché poi, a Babbo Natale latte e biscotti. Pure la Befana deve stare a dieta) e si va a dormire speranzosi.
Per essere più precisi, è speranzosa la piccola, mentre il grande è ormai a conoscenza della verità e la mezzana la va cercando. Abbiamo sfiorato il disvelamento già a Natale, quando vicino al piattino dei biscotti ha appoggiato un foglio con la scritta: “caro Babbo, se esisti metti una crocetta qui. E una firma, grazie”. Inutile dire che ho compilato io il modulo, proprio come quello lasciato per la Befana. La mattina, prima ancora di guardare nella calza, la giovane investigatrice ha preso entrambi i fogli, confrontandone le grafie come un consumato perito calligrafico. Durante la giornata si è comportata normalmente, solo ogni tanto sentivo il suo sguardo su di me, che distoglieva non appena incrociava il mio. La sera, a casa silenziosa e fratelli addormentati, si è presentata ai piedi del mio letto.
Mi ha fissato a lungo, poi si è decisa a parlare.

“Mamma, smettila di fingere. Senza offesa, che la Befana sei tu l’ho capito ormai. Quella vera non avrebbe lasciato l’etichetta sulla mia giacca nuova. Almeno, la prossima volta togli l’adesivo “settanta per cento di sconto” così la piccola può continuare a crederci”.

Informazioni su BarbaraB.

Educatrice e mamma, preparatissima sulla teoria e un po' meno efficace nella pratica. Per tentativi ed errori vado avanti, con un carico di ironia come antidoto alle quotidiane fatiche educative.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...