Livello zero

Lo aspettavano da settimane, con l’entusiasmo euforico dei bambini in attesa di babbo natale. Hanno sistemato la famiglia altrove e sono riuscite a partecipare all’agognato master di Zumba, scritto, diretto e interpretato dal loro impareggiabile insegnante cubano. Loro sono le amiche di zumba, che si sono presentate al palazzetto una imbottita di tachipirina per una tenace e inopportuna influenza, l’altra con più oki che sangue nelle vene per contrastare l’infame dolore alla spalla tipico del trasporto borse della spesa su per le scale. All’ingresso hanno firmato un simpatico modulo con la dichiarazione di “scarico responsabilità” nell’eventualità peraltro non remota che stramazzassero al suolo durante i centoventi minuti intensivi di danza. Hanno altresì dichiarato di non essere sotto l’effetto di sostanze psicotrope e alcool (vero), di non avere assunto medicinali (falso) e di essere nelle idonee condizioni fisiche per affrontare la maratona danzante (assolutamente falso). Stonavano appena nel folto gruppo di donne presenti, tutte rigorosamente con la canotta verde fluo creata per l’occasione che le due stordite si erano dimenticate di ordinare per tempo. Il termine Master solitamente sta a indicare un livello avanzato e specialistico di una qualsiasi conoscenza, ma per le due danzanti amiche e’ stato come passare dalla scuola materna all’università senza passare da medie e liceo. Sono sopravvissute e alla fine e’ questo che conta, si sono un po’ vergognate ma comunque si sono divertite moltissimo, perché fare esperienze matte è cosa buona e giusta nonché saggia.
Di questa sudatissima esperienza si portano via la fatica, la compagnia, il dolore ai polpacci e le risate. Perché, come dice sempre Rolando al termine delle sue lezioni, “sorridete sempre che la vita è bella”

Informazioni su BarbaraB.

Educatrice e mamma, preparatissima sulla teoria e un po' meno efficace nella pratica. Per tentativi ed errori vado avanti, con un carico di ironia come antidoto alle quotidiane fatiche educative.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...