Convivenze

“La convivenza sai, è come il vento

Spegne i fuochi piccoli

Ma accende quelli grandi” parafrasando il celebre Modugno.

Il fidanzato capogita s’è rivelato uomo dai molteplici e sconosciuti talenti.

Armato di cesoie sforbicia il glicine che insidia la mimosa in giardino.

Con l’ascia che s’è comprato -che fa tanto Shining, e mi preoccuperò quando lo troverò al computer a scrivere ossessivamente “il mattino ha l’oro in bocca-il mattino ha l’oro in bocca, il mattino ha l’oro in bocca”- riduce a tocchi grossi pezzi di legna per il camino.

Sfama con soddisfazione le orde di adolescenti che popolano casa nostra.

Tuttavia.

“Non sarebbe più pratico mettere in lavastoviglie forchette con forchette, cucchiai con cucchiai?” D’altronde, similes cum similibus congregantur.

“Ma le magliette le stendi sempre così? Ah”

“Il gatto può andare in tutta la casa ma se entra in camera nostra ne faccio uno scendiletto”

“Scusa, ma la carta forno si apre così? E su, annamo. La avranno messa per qualcosa la parte seghettata, usiamola”

Mi vedo già la mezzana e la piccola, in corridoio, vestite come le gemelline di Shining.

Informazioni su BarbaraB.

Educatrice e mamma, preparatissima sulla teoria e un po' meno efficace nella pratica. Per tentativi ed errori vado avanti, con un carico di ironia come antidoto alle quotidiane fatiche educative.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Convivenze

  1. SiamoSoloStorie ha detto:

    Sicura che l’ascia non la prenderai tu in mano??

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...